Il lutto ai tempi dei social network

Ricevo una telefonata dalla ziadimilano del condottiero, parliamo del più e del meno, come stai, che fanno i bambini ,quando vai in ferie.
Terminate le chiacchiere standard, mi fa a bruciapelo ,che le circonlocuzioni non sono esattamente il suo forte, “ma lo sai che sulla pagina facebook del condottiero continuano a scrivere frasi bellissime ogni mese i suoi amici ? e anche io ogni tanto le leggo e mi sento meglio e pure nonna bambina, e insomma che bello mantenere vivo il suo ricordo su facebook è un pò come andare al cimitero. ”
No non lo sapevo, o meglio lo immaginavo ma avendo in orrore i cimiteri reali, il virtuale anche no grazie…ma poi, vuoi la curiosità, vuoi beviamo l’amaro calice, sono andata a guardare.
E eccomi qui depressa e incazzata,perché ho passato con il condottiero tutti i giorni della nostra vita negli ultimi diciotto anni e TUTTI quelli che postano commenti strazianti su facebook , fatte salve la ziadiMilano,nonnabambina ,lasorellinaDSM-IV e pure su di loro ce ne sarebbe da dire, io non li ho MAI visti , ma MAI.
Dove cazzo eravate? E soprattutto dove cazzo siete? Se non lo avete visto, se non ci avete parlato, se non conoscete me, se non conoscete i suoi figli, chi è che vi manca? ma vaffanculo…..
Mi vado a fare una camomilla.

Annunci

Si fa per dire

A volte è semplicemente questione di sfiga.

Sfiga ha voluto che nello stesso giorno in cui tornavo con Ciondolino dai monti marchigiani, dovessi arrivare in un’ isola, quindi macchina su salaria, treno, aliscafo.

Sfiga ha voluto che Ciondolino si sia voluto sedere in aliscafo davanti al vetratone panoramico nelle file centrali e io ,che ancora non riuscivo a credere di avere azzeccato tutte le coincidenze, lo abbia assecondato invece di farlo sedere nelle più isolate file laterali.

Sfiga ha voluto che accanto a me ci fosse una coppia di fidanzatini in vacanza,carucci,lei un filo nevrotico-assertiva (“vero?” “ho ragione?” sei d’accordo?”) lui un filo già smaronato ( stavo a legge’ l’ultimo di Carofiglio ma vabbè parliamo).

Sfiga ha voluto che dopo aver parlato genericamente di preparativi di nozze, di quella scassaminchia di tua sorella, per non parlare di tuo padre. Si siano messi a parlare di un’amica (? seguivo distrattamente con un orecchio loro e con l’altro una lezione di Ciondolino sugli invertebrati marini) che aveva fatto un figlio con uno che l’aveva lasciata e che poi si erano ripresi ma già rilasciati e lui se n’era andato definitivamente e d’altraparte che pretendi lei ha perso il padre che era piccola e,si sa, quelli che crescono senza padre hanno delle tare mentali mostruose,non se ripigliano più, lei infatti la da in giro come se non fosse sua.

E a questo punto “Scusate ragazzi potete cambiare discorso che mio figlio qui ha appena perso il padre? E anche se ora è distratto non vorrei che vi sentisse.”

Lei è sbiancata e lui aveva l’aria di stare per piangere, mi è dispiaciuto per loro.

Sotto Sotto

Fare figli è una scelta, perché io devo essere penalizzato rispetto a te?
Lavorare per una donna con i figli è un privilegio.
Io ti sto permettendo di lavorare.
il nido non è un diritto se guadagni puoi pagare una baby sitter.
Che li mettete al mondo a fare i figli se poi non state mai con loro?
ma è possibile che sta/o bambina/o è sempre malata/o?
Ma non ci può andare tua madre alla recita?
ma non lo può accompagnare qualcuno(altro) dal pediatra, ai lupetti, alla festa?
Ma sei sempre stanca?!
Tutti abbiamo i nostri problemi!
agli insospettabili autori di queste perle dedico questo video e un giro di un giorno nella mia vita.

Nun me spiegà niente…

Oggi a Roma c’è una bellissima giornata di sole, i bambini stanno bene, io mi sento quasi tranquilla, sono vestita caruccia ,con la gonna come mi vorrebbe Vecchioni invece che (come al solito) col chiodo rosso e le doctor Marteen’s come mi vorrebbe la Nannini, la disposizione di spirito è adatta per chiamare il comune di Roma senza farmi partire un embolo.

Premettiamo:

Casimira a settembre inizia la materna, ergo a gennaio si sono aperte le iscrizioni che chiudono il 10 di marzo. Il primo febbraio, solerte ma non ansiosa, mi sono iscritta o meglio identificata al portale del comune di Roma primo passo per l’iscrizione della bambina alle graduatorie scolastiche che da quest’anno si può fare ESCLUSIVAMENTE on-line.La procedura è la seguente:

punto primo (Pelloni docet) : si va sul sito del comune,clic,dipartimento sevizi educativi e dell’infanzia, clic,dipartimento servizi educativi e pari opportunità,clic, domanda on-line,clic, identificazione portale comune di roma, clic, modulo da compilare con CF. indirizzi di residenza, indirizzo email, recapito telefonico, FATTO, a breve vi sarà inviata una email di conferma all’indirizzo ecc. Arriva l’email con i codici d’accesso e il link al sito. Riapri la pagina del sito ,accedi come utente identificato, inserisci username e password.
Buongiorno Cippalippa! buongiorno a te e soprattutto a tua sorella portale! Posso iscrivere la mia bambina a scuola ora? No puoi compilare la domanda on-line.E vabbè clic,dipartimento sevizi educativi e dell’infanzia, clic,dipartimento servizi educativi e pari opportunità,clic, domanda on-line,clic,compila con indirizzi, codici fiscali, cazzi e mazzi e ATTENZIONE stampa e manda per fax unitamente a copia di documento firmato,oppure per PEC come sopra oppure per raccomandata semplice al comune di Roma. Nel giro di tre giorni massimo una settimana riceverai un’email con la quale ti saranno dati i primi quattro numeri del codice con il quale accedere all’iscrizione.

punto secondo: dopo aver svolto bestemmiando tutta la procedura soprascritta invio per PEC e per fax tutta la documentazione richiesta siamo giunti al 18 febbraio ancora ampiamente nei tempi quindi e aspetto,aspetto, aspetto….

arriva il primo marzo,comincio a agitarmi,chiamo 060606, risponde l’operatore,

Buongiorno sono Geronimo come posso aiutarla?

buongiorno Geronimo sono Cippalippa de Profundis mamma di Casimira, la devo iscrivere alla materna ma sono passati dieci giorni e non mi avete ancora inviato i codici che devo fa’?

Ha controllato la posta? (no credevo che i codici me li venisse a portare mio nonno in sogno) Si!

ha controllato lo Spam?

No perchè?

Perchè a molti j’è annata nello Spam!

Bene controllo …non c’è!

Aspetti in linea!

Due primavere di Vivaldi dopo…

stanno a lavorà la pratica, so arrivati al 17 febbraio la sua dovrebbe arrivà entro domani!

Siamo sicuri?

Si si nun se preoccupi!

Vabbe’ grazie Geronimo buona giornata! 

Siamo arrivati ad oggi e ho controllato tutte le caselle e le cartelle possibili non è arrivato niente, ho richiamato. 060606

Buongiorno sono il solerte Michele come posso esserle utile?

Buongiorno solerte Michele sono bla bla bla e ho questo problema di codici mancanti per cui non posso iscrivere la mia piccola Casimira alla scuola materna e oramai non ci saranno più posti se non nella classe della maestra psicotica ma per ora sedata e quindi non rimovibile dal suo incarico finchè finalmente non ne ammazza uno e quindi sappiate che vi odio però c’è il sole e mi può aiutare?

Certo attenda in linea!

Tre primavere di  Vivaldi dopo…

Eccomi , le chiedo scusa per l’attesa, scriva questo numero di fax al quale deve rimandare tutto l’incartamento, è il diretto dell’ufficio le passeranno la pratica subito li ho allertati!

Grazie solerte Michele, gentilissimo!

Ma si figuri per così poco, le auguro una buona giornata!

Buona giornata a lei e ancora grazie!

recupero l’incartamento che ,fortunatamente avevo allo studio , rimando tutto …numero non attivo. 060606

Buongiorno sono Barbara che c’è?

Senta qui mi hanno dato un numero di fax per inviare dei documenti con urgenza e non è attivo.

Me dice er numero?

06xxxxxxx

Attenda…

una sola Primavera di Vivaldi…

Si mò non funziona riprovi, buona giornata!

Mavvaff..

ora vado a riprovare, poi ci sarebbe pure che quasi due mesi fà mi sono iscritta al carsharing visto che la macchina è morta e ancora non ho ricevuto la scheda per attivare l’abbonamento che faccio li chiamo?

Dopo la tregua

Reiniziare la chemio dopo l’operazione e un mesetto di tregua è dura.Lo è per me figuriamoci per il condottiero, e però è andato un altro ciclo,rientro al fronte ,un altro compagno di letto e di sarcoma,(mamma mia tutti della nostra età) . Domani forse il controllo generale e quindi un’altro giorno al fronte.
Pensavo di essere più forte ma devo ammettere che ogni volta che rimetto piede in ospedale mi viene da piangere, e quindi piango, dopo sto meglio.