Il mattino ha l’oro in bocca

Mi sveglio di soprassalto Ciondolino ha un incubo e sta urlando,Casimira scoppia a piangere, piove e ieri sera abbiamo mangiato in terrazza ho scordato di mettere dentro i cuscini…. è tardi… siamo in ritardo dimentico di mettere la merenda negli zainetti , dimentico la borsa in casa risalgo corro corro…arrivo finalmente a studio in ritardo, ci sono già tutti squilla il cellulare ” buongiorno signora, è l’ufficio mensa scolastica del yy municipio, abbiamo un problema con il modello ISEE che ci ha mandato, qui risulta solo lei come genitore, che fine ha fatto suo marito?” ” mm… è deceduto..” Come!!? non la sento può parlare più forte?!” ” E MORTO!da quasi un anno!” “Oddio mi scusi! mo me lo segno così l’anno prossimo non glielo richiedo!”.Ecco brava segnatelo.

Le Mamme

Le mamme in guerra hanno parecchio da fare,e questa purtroppo è una guerra che le vede sole in prima linea accanto al condottiero. La mia grande alleata è nonna Speranza ,la mia inossidabile mamma che invece di godersi il meritato riposo a settant’anni si trova a dovermi sostenere in tutti i modi,unica,insieme alla mia portaerei di cui parlerò in seguito, valvola di sfogo delle mie paure,dei miei pianti e in genere dei miei momenti di sconforto.
Poi c’è nonna Bambina, la mamma del condottiero, che malgrado tutto anche nel panico che ci accomuna non riesco a farmi piacere, ma che mi fa veramente pena.
Infine ci sono io che oltre che compagna del condottiero sono la mamma dei nostri bambini.
Non auguro a nessuno,mai, di trovarsi in una di queste tre posizioni; la guerra fa schifo