La vita è adesso

La scorsa è stata una settimana parecchio faticosa, per usare un eufemismo, culminata in un fine settimana di merda. Qualche cosa cercherò di raccontarla, per non dimenticare, perché ci sono stati dei momenti anche molto intensi; qualche altra devo rimuoverla per cercare di non farmi indebolire inutilmente, un lavoro di cernita un po’ complesso. Nel frattempo stamattina ho incontrato virtualmente lei (https://widepeak.wordpress.com/) e mi sono sentita insieme malissimo e benissimo.
Malissimo perché quando il condottiero sta male penso ” non voglio che soffra neanche un minuto, non voglio che stia male, non voglio che abbia paura, non voglio che si senta solo, alla fine meglio subito, mentre dorme ecc.” e lei mi ha fatto capire che è umano pensarlo ma sbagliato.
Benissimo perché appena sta un po’ meglio penso” ci sono ancora momenti bellissimi da passare insieme anche solo a guardare i gatti giocare, Ciondolino fare i compiti, Casimira che gioca, il sole , un bel film, e poi che ne sai magari…” e li mi blocco perché la speranza adesso è la cosa che mi fa più paura. E lei mi conferma che c’è ancora tantissima vita in ogni minuto che resta che siano miliardi o centinaia non c’è da sprecarne nemmeno uno, senza troppa paura, senza cercare di anticipare.
Grazie Wide.

Annunci