S.A.L 9 novembre 2015

Ho perso in tutto quattro giorni di lavoro, non ho fatto uso di psico farmaci, ho fatto fronte (grazie all’intervento dei miei parenti) a quasi tutti i debiti accumulatisi, ho mantenuto rapporti civili con tutti i componenti della famiglia tranne tuo padre, i bambini sono a detta di tutti sereni e Ciondolino ha trovato una logopedista carina e accudente e ,soprattutto, amante degli animali. Mimì passa sempre a trovarci ma adesso c’è una ragazza nuova a darci una mano, non parla tanto ma con i bambini è bravissima gioca con loro per ore. I gatti stanno bene, sono diventati giganteschi e stanno sempre appiccicati a Ciondolino mentre temono Casimira che li tratta come dei peluches e ieri tentava di fargli mangiare il Didò. Tua madre è sempre più svanita, cucina i bastoncini di pesce nel tostapane,si perde per Roma, mi propone attività e cure che manco se fossimo gli Agnelli, ma è sempre presente e io ho trovato il modo di sfogare la mia irritazione e non prendermela (direttamente) con lei.Ho fatto un’assicurazione sulla vita perchè ora so che la vita può essere una merda anche se ogni volta che lo penso poi vengo smentita.

Devo rifare la nostra stanza, togliere il tuo computer da vicino al letto, buttare la scrivania di fortuna rivestita di carta da spolvero su cui hai appuntato tutte le cose che ti servivano: numeri di medici, reparti di ospedali, orari di visita.Devo regalare i tuoi vestiti , buttare le cartelle cliniche mettere da parte le tue cose, appendere almeno una tua fotografia.

Non ce la faccio per ora, ieri però ho buttato 4 confezioni di morfina che avevo tenuto perché a lungo ho pensato che magari mi potevano servire, non sono servite e sono scadute.

Annunci

18 thoughts on “S.A.L 9 novembre 2015

  1. @tutti, Grazie mille degli abbracci e del supporto,ogni tanto penso di non averne bisogno e invece mi serve proprio che mi si dica brava, che non si dia per scontato che faccia il mio dovere, che non si pensi che il peggio è passato.Grazie,davvero.

  2. ti immagino sommersa di abbracci come in una mischia di giocatori di rugby… e allora prendo la rincorsa e mi ci tuffo anch’io, e se raggiungo un tuo orecchio sommerso vorrei raccontarti la mia grande ammirazione per te, per la tua grinta, per la tua ironia, la tua capacità di stringere i denti e tirare fuori, quando servono, le unghie….. ( io quella morfina me la sarei bevuta tutta ancora un anno fa….) un bacio, nella selva di braccia che ti stringono… Elena

  3. Sono tornata su WP dopo quasi due mesi, con la chat pensavo di non perdermi nulla, mi sbagliavo. Mi dispiace. Avrei voluto esserci, qui, quel giorno. Ti abbraccio forte quando è troppo tardi. Ma è molto forte. Tu sei speciale, lo sai vero ragazza?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...