Sottrazioni

La parola d’ordine del mese di luglio è disciplina,intesa in senso monastico, quante cose posso togliere da quello che faccio o che farei o che voglio o che un tempo volevo che non mi servono più? cominciamo:

Non mi va di uscire tutte le sere, perché poi se ne riparla il prossimo luglio,se non sono in grado di sostenere conversazioni leggere o anche pesanti, uscite a cazzo eliminate.

Non ce la faccio a passare tutta l’estate (leggi venti giorni per me) nella casa avita, troppi ricordi brutti ma anche belli, due settimane basteranno, la terza proviamo col fratello del condottiero e family, i bambini vanno d’accordo e per quanto mi riguarda non sarà poi peggio della Strafe, male che vada cuffiette, mutismo(?),e “extrema ratio” ricorso ad aneddotica ospedaliera.

Non ho voglia di leggere, sta cosa un po’ mi spaventa, ma mi dico che per me leggere è evadere e sto evadendo da troppo tempo, è ora di pulire la gabbia, arredarla ,ridipingerla mettercisi comodi, e quindi ben vengano le serie in streaming addio grey’s anatomy bene arrivato games of thrones e ciccia se mi sento vagamente lobotomizzata.

Basta cercare di trovare il buono in tutti, di giustificare Nonnabambina  per le mille e una cazzata che fa, va bene è la mamma del condottiero, va bene a modo suo ama i miei figli, ma resta un’egoista, irrisolta, complessata, fasciocomunista(*) inutile cercare punti di intesa,inutile odiare e allontanare sono entrambe soluzioni impossibili da adesso si fa solo quello che riesco a fare.

Basta pensare che da sola non ce la potrò fare, quello che veramente non posso fare è pensare che qualcuno possa subentrare al condottiero e questo falsa tutti i miei rapporti, anche quelli potenzialmente belli, mi piacerebbe ma ora non c’è posto per nessuno, è così e basta.

Basta temere per la sorte dei miei figli,avere paura non mi ha aiutato, non mi ha preparato, sostanzialmente non è servito a un cazzo.

E infine, siccome talvolta succede, la prossima volta che qualcuno mi tratta da “privilegiata” per dove vivo, per dove sono nata, perchè la mia vita non sembra la merda che qualche volta è, basta tentare di spiegare senza dare l’impressione di autocommiserarsi meglio una capocciata.Se riesco sul setto nasale.

(*) Personale definizione di fasciocomunista. Dicesi fasciocomunista persona di origini alto borghesi, formazione culturale medio alta, attività lavorativa dirigenziale statale, che finge di vivere in una comune ma la casa è sua e gli altri pagano l’affitto, che non perde occasione per palar merda sulla scuola italiana ,sugli insegnanti, sullo Stato ( che sputare nel piatto dove si mangia abbondantemente è una cosa che mi fa imbufalire) che è femminista solo nel momento in cui si tratta di scopare uno già sposato ma che poi si fa trattare come l’ultima delle troie, che non è razzista ma io i bambini a una negra non li lascerei, che è comunista ma alla mia baby sitter l’ha costretta a grattar via la merda di gatto. Diciamo che fascista basterebbe ma visto che ci tiene tanto a definirsi comunista….

Annunci

41 thoughts on “Sottrazioni

  1. Mi sfugge qualche dettaglio, ma è sempre bello leggerti! Ti tornasse poi la voglia di leggere come consiglio (non richiesto) per l’estate mi sento di indicarti la trilogia di Peter May: io li ho divorati nel giro di un paio di mesi e sono tutti bellissimi. Comincia con L’Isola dei cacciatori di uccelli. Vedrai che poi mi ringrazi!

    • stronza è calzante ma generico ci sono implicazioni razziali, misogine qualunquiste che si possono solo definire fasciste, e sticazzi se ti atteggi a frikkettone comunista.Fascista sei e fascista rimani.

    • Dopo la sequela di disgrazie,catastrofi, incidenti e morti di Grey’s Anatomy cosa vuoi che mi facciano gli incesti, le teste mozzate, gli stupri? anzi il mio unico neurone superstite prova un certo compiacimento e poi mi preparo ad un altro anno di cartoni e fasce protette.

    • In realtà è una descrizione che entra fin troppo nel merito del personale è che purtroppo non è una sola persona ad essere così anche se ammetto che ad un certo punto ho un pó trasceso 😉

  2. capocciate! è un po’ che rimugino un post su “le vite degli altri”, perché a così tanti piace figurarsele come cazzo pare loro. Per il resto, perdonami, ma lobotomizzata per via di Game of thrones? io per tenere a mente tutti i personaggi e gli intrecci tra un po’ prendevo appunti…

      • ah ok, allora capisco XD Del resto a me gli appunti servivano mentre leggevo i libri…poi ho scoperto che esisteva pure una wikipedia dedicata. La gente stanno male.

  3. Se ti tornasse voglia di leggere e ti piacciono i gialli, ti consiglio quelli di Fred Vargas che anche se è francese la perdono: sono belli, scorrevoli, scritti bene e poco impegnativi

  4. e’ ora di alleggerire i fardelli e, visto che si chiamano “fardelli”,non devi aver nessun senso di colpa, se sono fardelli, è zavorra inutile da portare sulle spalle equelle povere spalle, ne anno già troppe da portare….olè!

  5. di solito non amo bilanci e (buoni?) propositi, miei e altrui, ma qui le cose serie sono talmente ammantate di sorrisi e d’ironia (per te stessa e per il circondario) che la lettura diventa piacevole e i propositi (buoni) coinvolgenti.
    ml

  6. A me è bastato l’incipit di questo post. Parola d’ordine disciplina, intesa in senso monastico. Non avrei saputo descrivere meglio dove voglio (vorrei) andare a parare. Poi non so se ho le idee chiare come le hai tu. O cime sembra tu le abbia 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...