Lo Scopo del gioco

È estate e sono sola, sono esattamente quattro anni che questa cosa non si verificava e la prima sensazione è stata di smarrimento e sconforto, poi la mia natura solitaria ha incominciato a godersi la solitudine, il silenzio, le cene a base di birra e patatine.In questo frangente sarebbe ora di fare punti della situazione o definire strategie di sopravvivenza ma non mi riesce, vivo giornate come se me le raccontassero, la mia vita mi è estranea e a volte la sensazione è che quella che ero diventata in questi ultimi diciotto anni sia andata via insieme al condottiero e sia rimasta quella che ero prima, emotivamente una ragazzina. Ho sempre compatito le persone in cui l’età anagrafica non è coerente con quella apparente, tipo Nonna bambina tanto per dire, ma in questo periodo mi sento esattamente così;fuori una signora di mezza età costretta a restare accettabilmente giovane ,perchè con figli troppo piccoli per ritrovarsi con una vecchietta come madre , e dentro una pischella cazzara che si chiede se è il caso di prendere i biglietti del concerto di Stromae .
La parola che mi viene in mente più spesso è Resistenza, resisti alle provocazioni,resisti ai qualunquismi, alle incazzature,resisti resisti mi risuona continuamente nella testa. Resisti e forse verrà il giorno che re-esisterai.

Annunci

22 thoughts on “Lo Scopo del gioco

  1. Io ho passato la serata a sentirmi dire che non sono più io e che è trascorso troppo tempo e ora basta. Io non lo so se re-esisterò mai. Non so neanche se voglio re-esistere. Resistere però resisto. Un abbraccio

  2. Posso solo immaginare quanto sia dura resistere in una crcostanza del genere.
    Ricominciare ad esistere “formidable” piano, piano molto lentamente e poi si vedrà ………

  3. Qui c’ho birra e patatine. Roma-Firenze (o Firenze-Roma) è una bazzecola. Io non ho la più pallida idea di come fare a contattarti in privato, ma tu la mia mail ce l’hai. Fatti avanti cazzara di mezza età!

  4. la differenza tra essere ridicoli e no…e’ essere consapevoli dell’eta’ che si ha…..oltre a cio che si fa.
    Ma vuoi dire che sei senza figli? Io faccio fatica a domare la mia ansia enorme e viscerale quando non sono con loro ( e non avendo nonni a disposizione, di solito o sono al lavoro o siamo insieme, se vuoi vedere il lato positivo….se vuoi vedere la realta’, e’ un casino gestionale e un sacco di soldi in tate pre scuola dopo scuola centri estivi…..)
    E’ sbagliato, ma non averli intorno mi constringe a fare i conti con me stessa…non con me come mamma, ma la vera me……

  5. Che dire, queste righe le avrei potute scrivere io tutte, non ho nonna bambina per il resto sto esattametne così, compreso il fastidio di sapere che non ho 23 anni e che è tutto da rifare. Al contrario di Connie io so con certezza che voglio re-esistere, lo voglio molto ma senza fretta. Per ora mi limito a resistere, ammetto che talvolta i risultati siano davvero penosi. Ti abbraccio forte. PS: C’è da ammettere che quando le nostre anime teen e cazzare si incontrano sono bei momenti 🙂 .

  6. ciao, scusami se ti disturbo ho guardato nel blog alla ricerca di un mail perché vorrei scriverti ma non l’ho trovata. Non so se sono imbranata io o se magari non l’hai messa per non avere eventuali fastidi. Spero che la mia non sia una richiesta sgradevole. un saluto, Valeria

  7. Pingback: Tu chiamele se vuoi….Emozioni Tag | Viaggi Ermeneutici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...