La parità di genere vs l’educazione del fanciullo.

compiti di inglese

compiti di inglese

.

Lo avrei pubblicato così,che non è che ci sia molto da aggiungere, ma mi preme specificare che quello che mi indigna non è il fatto che il papà lavori e la mamma sia casalinga.Ma che il papà abbia l’aria tronfia e la mamma sia sorridente vestita come la sora Ciacioni e con lo scopettone in mano, e Ciondolino mi abbia detto a chiosa che sarebbe bello che anche io stessi a casa.Nove anni di educazione buttati nel cesso.

Annunci

Qualcuno a cui dirlo

All’inizio erano blog di mamme e di pediatria c’era quella che ti spiegava passo passo come farti una fascia porta bebè, quella che postava ricette di pappe per lo svezzamento, la mamma pediatra che ti spiegava come misurare la temperatura ,ma anche la mamma diventata tale “a sorpresa” a un’età in cui io mi troncavo di canne, la mamma giornalista con una vita infernale, la mamma biosinestetica con i figli arcobaleno.
Poi la guerra e il panico e nelle notti su internet per cercare di capire cosa stesse accadendo e perchè a noi, sono arrivati i blog di chi stava percorrendo la stessa strada o l’aveva percorsa o non ce l’aveva fatta. Leggevo la notte, leggevo in sala d’attesa, leggevo in treno.Storie come la nostra,peggio della nostra ,migliori,risolte, ricominciate, così semplici e piene di speranza e di eroismi e di paura riconosciuta e esorcizzata che ora, a distanza di due anni, posso dire che sono state il mio vero sostegno psicologico, altra gente come noi, persone non malati.
Poi l’inizio della fine, le prime metastasi ed io che ,mi ripeto, non ho mai scritto, ho capito che stavolta se non mi fossi sfogata avrei dato di matto,e così è cominciata. Ed è cominciata contestualmente la ricerca di come preparare i bambini. Non ho trovato nulla che mi potesse aiutare in questo senso, però ho trovato la mia prima lettrice, una mamma ma anche un medico ,il suo primo commento è stato ” cazzo”.
Ora c’è lei, e la poetessa, la prof, o meglio le prof, quella che tutto quello che scrive vorrei averlo scritto io tranne le robe di economia,quello che potrebbe essere il mio compagno di classe per quanto abbiamo fatto le stesse cose, quella che ha fatto la stessa scelta della madre del condottiero e a cui auguro di cuore di non fare gli stessi sbagli, quella che sta male gli stessi giorni in cui sto male io, quello che legge gli stessi fumetti, quella che ama i miei stessi libri, quella che non ha un blog ma che legge i nostri e cita nei commenti uno o l’altro come se fossimo amici, quella di passaggio, il piacione buono,il mio amico lontano, santanna,quella che ha cambiato continente e quello che la butta in caciara, quello che scrive da paura.
E allora quando finalmente riesco a trovare un momento per me e sono sul divano
e vorrei spararmi una puntata di Grey’s Anatomy o giocare a Candy crush capita che senta che c’è qualcosa che mi manca e allora leggo uno di voi o scrivo e penso che in fondo ,in qualche modo c’è qualcuno a cui dirlo.

Un anno.

Quando ero piccola mi regalarono un libro di mitologia per bambini, la storia di Filemone e Bauci era la mia preferita.
Credevo che avremmo avuto lo stesso destino, sono sicura di aver pregato anche in tempi non sospetti per avere lo stesso destino.
Non sono stata esaudita.

Crediti formativi

Ci voleva una bella incazzatura per farmi uscire dal mutismo altro che massimi sistemi. Evidentemente la tragedia tira fuori il vecchietto da cantiere che è in me e altrettanto evidentemente sono pronta a baccajare alle poste o in fila dal medico di base,con buona pace di iome che avrá come unica consolazione il fatto di abitare a un tot di centinaia di km e almeno non romperò le balle a lei. Ma non divaghiamo.
Da quest’anno anche l’ordine degli architetti,paesaggisti,conservatori e trovate un altro mestiere insieme ridondante e inutile e mettetecelo voi,al quale mi pregio di appartenere (previo salato balzello annuale) ha deciso che non bastavano cinque(sulla carta ma sette nel più dotato dei casi)anni di inutilissimi studi universitari a forgiare una figura professionale complessa come la nostra ,il cui lavoro non si sa per quale caso unico in tutti i paesi del mondo, può essere svolto da ingegneri di ogni tipo e misura ( gestionali persino), periti edili, geometri,agronomi,geologi, sedicenti interior designer di ogni provenienza e ,decisione dell’ultim’ora per la certificazione della prestazione energetica di un immobile, laureati in scienze dell’universo.La laurea non basta dicevo, ci si deve tenere aggiornati, e siccome gli architetti artistoidi,cannaroli,anarchici nullafacenti figurati se fanno i corsi per loro interesse costringiamoli, come da anni facciamo con gli avvocati d’altra parte, a se in un anno non fanno corsi per un totale di venti crediti formativi li sospendiamo dall’ordine. Il mio terrore a tale minaccia in quest’anno peraltro scorrevole, fu tale che mi ritrovai a un mese dalla scadenza dell’anno con un totale di crediti formativi pari a zero. Niente panico ,le nuove disposizioni del nostro ordine hanno generato un’offerta formativa che levati! Non ho che da scegliere tra il corso di Toponomastica ( avete letto bene, io ancora non ci credo pure se l’ho scritto ) quello immancabile di feng shui , uno di formazione per CTU in cui però non si accenna al fatto che le liste per i Consulenti Tecnici d’ Ufficio dei vari tribunali di Roma sono bloccate da cinque anni, uno che ti insegna ad andare al Catasto, uno sugli impianti tecnici nei palazzi storici che però è a Ferrara,e poi il mio….. Colore e luce strumenti della progettazione sostenibile. Bello, nobile, modico nei prezzi,vado. Sono andata.
E ora la sparata da vecchina delle poste.
Ma dico, anche ammettendo che una mia giornata lavorativa non valga assolutamente un cazzo, come purtroppo talvolta capita, anche ammettendo che nove ( più altre nove tra una settimana) ore della mia vita possano andare sprecate. Oggi eravamo almeno duecento e abbiamo dato cinquanta euro ciascuno quindi hanno alzato diecimila euro circa. Non c’è un modo migliore di utilizzare duecento cristianucci per due giorni e diecimila euro? Farci risistemare uno degli innumerevoli immobili del comune di Roma da dare in gestione ? Una casa famiglia? Un giardinetto?
Siamo stati otto ore a sentire un tipo( ingegnere peraltro) che ci ha parlato di illuminotecnica,curve di rifrazione, diagrammi di percezione e alla fine ha concluso dicendo sono cose complesse ( sottinteso non ce potete arrivà). Grazie ridammi i soldi.