E a proposito di scippi (1)

Rimando alla lettura di questo post di IOME per me illuminante riguardo la questione dell’articolo 18,e per chi non avesse la pazienza di leggersi tutti i commenti ,nei quali vengono sviluppate ulteriori questioni riporto questa chiosa che mi riguarda da vicino “il rapporto della CGIA di Mestre sarà senz’altro attendibile, ma come tutte le statistiche, è strettamente connesso alla base prescelta. Vale a dire la tipologia di contratto. Ne restano forzosamente escluse tutte le ‘finte’ partite IVA, cioè tutti quei povericristi che, se vogliono lavorare emettono regolar fattura. Come individuarli, in un mondo di furbi? Eh, insomma, i poveretti che hanno un monocliente, un reddito da call center e un’età tra i 25 e i 40 son buoni indiziati. Poi mancano tutti coloro che lavorano con contratti atipici. E in ultimo, moltissimi dipendenti del segmento edilizia ed agricoltura, dove si perpetrano i peggiori abusi.” Vogliamo aggiungere qualcosina sugli studi di settore non congrui al reddito  per l’agenzia dell’entrate? e sui criteri di calcolo dell’ ISEE ? E sulle graduatorie per accedere agli asili nido? Mi stai uscendo fuori tema,mi direte, ma sono tutti evidenti indicatori del totale scollamento tra ciò di cui si discute in politica e la realtà,cioè quello di cui la politica si dovrebbe occupare.

Annunci

2 thoughts on “E a proposito di scippi (1)

  1. Grazie per il reblog, cara. Aggiungo che tutte le ulteriori amenità a cui ti riferisci, stanno già in cantiere per una serie di post futuri. La lettera alla Camusso, come le altre che son già ben più che bozza, le ho scritte in alcune nottate di estremo giramento di palle. Non immaginavo di alzare un polverone del genere (giuro!) ma a quanto pare siamo tanti (troppi) a pensarla così. L’estremo giramento di palle deriva dallo sfacelo che ci circonda. Perchè qui son tutti colpevoli. Nessuno escluso. E ne ho le palle piene di lavorar quattordici ore al giorno per coprire mancanze che non son mie.

    • Le palle che girano son già qualcosa, ma temo ancora non girino abbastanza o almeno non abbastanza a tutti, tra i “tiepidi” per inciso mi ci metto anche io che alla fine mi accontento di barcamenarmi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...