Ode ai moderni mezzi di comunicazione

Normalmente odio scrivere, quando  Iome mi ha nominata qui (http://iomemestessa.wordpress.com/2014/07/01/premio-talento-innato/) ero stupefatta oltre che lusingata oltremisura (una spocchia insopportabile per settimane ,delirio di Hemingway de noantri che levati). Questo blog nasce ,come evidente per gli aficionados, a scopo principalmente auto terapico che in questi tre ultimi anni me ne sono capitate veramente di tutti i colori e ho visto cose e incontrato gente che voi umani…ma in mezzo a tanti psicotici,mi fosse capitato uno psicoterapeuta che non mi avesse fatto pensare ” fatte vedè prima tu,ma da uno bravo” e allora meglio che scrivo e poi magari mi rileggo e arriva uno che dice la sua e mi da uno spunto per un altro pensiero e si forma quella fantastica rete di persone che una volta rampognandomi una volta dicendomi quanto sono figa e sempre offrendomi la salvifica spalla su cui piangere mi hanno aiutato finora a non perdere completamente la brocca .

l’incipit prolisso per dire, con invidiabile coerenza, che non sono abituata a scrivere: pochissime lettere, email giusto il necessario soprattutto per lavoro, sms proprio se devo e telegrafici che con gli amici è sempre meglio vedersi e fare due chiacchiere.

Però,però….

Però, Mimì è in Ruanda per un mese e grazie a Whatsap, ci mandiamo foto e messaggi, e sento meno la sua mancanza.La sorellina preferita del condottiero lavora da aprile e per un anno in Africa e grazie al suddetto Whatsap e a skype, i miei figli , che la adorano, hanno sue notizie e ci parlano e quando tornerà a settembre non mi toccherà ripresentarla a Casimira. La nostra nuova tata può inviarmi le foto dei bambini che giocano mentre sto a studio. Il mio amichetto di Milano ,uno dei pochi a conoscenza del blog, può commentarmi in privato che sul blog si vergogna. il mio collega in Arabia può reperirmi mentre sto in barca veleggiando e io posso risolvere una microrogna prima che si trasformi in macro. E infine , la cosa più importante, il mio capo, sempre più malato e lontano dal lavoro, può scrivermi dei teneri messaggini pieni di faccine e farsi prendere allegramente per il culo che è il nostro gioco preferito. 

e quindi?

quindi Aborigeno australiano è vero che io e te non abbiamo un cazzo da dirci ma se è per questo manco io e mio fratello che abitiamo a trecento metri di distanza e però  poter comunicare con quelli con cui le cose da dire le hai è una gran cosa.

Annunci

7 thoughts on “Ode ai moderni mezzi di comunicazione

  1. che faremmo senza la tecnologia. Odi et amo. Talora odi, fortissimamente Odi. Ma più spesso amo, disperatamente amo. en passant, merci per la citazione. Sempre un piacere leggerti. e sì, il blog è come andare in analisi, con la differenza che chi commenta, per il solito dice cose più intelligenti, interessanti e meno trombone della più parte degli analisti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...