Io avrei problemi a descrivere la mia

Mimi ha smesso di essere la nostra tata,resta una specie di meravigliosa sorella maggiore, ma non può più seguire i bambini. Mentirei se dicessi che questa perdita non ci pesa, anche perchè arriva in un momento ancora difficile ma giustamente se qua si aspetta il momento in cui le cose fileranno per il verso giusto si rischiano le “calende greche” come dice la mia mamma.
A proposito di quest’ultima l’incipit è per introdurre l’aneddoto che oggi giustamente la celebra.
Mimì se ne va, il mio capo si ammala gravemente, lo studio è sempre allegramente sull’orlo del baratro, sono letteralmente barricata a studio da tre settimane, tant’è che anche adesso sto scrivendo da lì, mentre aspetto che escano delle stampe.Non ho il tempo di fare le audizioni per la nuova tata ma ho l’urgenza di trovarne una, mi lagno in giro e una delle mie amichesorelle mi propone la sorella di una sua ex tata, lei non la conosce bene avendola avuta in casa solo per una sostituzione di qualche settimana ma le è sembrata carina ed è fidatissima. La chiamo, fisso un appuntamento al quale partecipa anche mia madre, diciamo che così superficialmente non ci sembra un genio nè particolarmente affabile ma io sono disperata e mia madre stanca e la prendiamo in prova.
Premetto che io penso di essere la datrice di lavoro ideale per una colf, non mi vedono quasi mai, sono disordinatissima e totalmente cieca di fronte al disordine, non chiedo niente. Sono però apprensiva nei confronti di alcune cose e decisamente poco paziente. La tata esordisce promettendo a Casimira ,per ingraziarsela , cioccolata e lecca lecca io non sono un’integralista però i dolci ….con moderazione per favore signora. Poi il secondo giorno si perde le chiavi di casa ( mia) che poi fortunatamente ritrova, poi con i bambini in casa , malgrado le avessi assolutamente vietato di farlo lava i vetri delle finestre spalancandole , lasciando il secchio pieno d’acqua in bilico sul davanzale e la scala davanti alla finestra. Nonna Bambina ha rischiato un infarto. Con queste premesse quando si è trattato di mandarla a prendere la bambina al nido io oramai ero da trattamento sanitario obbligatorio, e allora cosa ha fatto la mia mamma? Si è messa un foulard e occhiali neri e l’ha pedinata per vedere come si comportava con Casimira e non paga si è fatta pure un selfie ( anche se manco sa che è) perché testualmente ” mi sono sentita talmente scema che voglio ricordarmelo ” .
E ora invidiatemi pure.

20140513-011512.jpg

Annunci

6 thoughts on “Io avrei problemi a descrivere la mia

  1. Sto ridendo da un quarto d’ora. Tua madre è una grande. La mia però l’avrebbe corcata di brutto. La tata, dico. Se vuoi te la mando. L’unico rischio è che se si alleano, non ti resta che espatriare.

  2. la mia si è limitata a licenziarla,al posto mio che l’avrei menata,” Purtroppo mia figlia si vede costretta a fare a meno della sua collaborazione” mentre io accanto sembravo Hannibal the cannibal. Penso che l’alleanza tra le nostre genitrici sia proibita dalla convenzione di Ginevra.

  3. Grande mamma! Ma poi…ovvio con una figlia così tosta… Avanti un’altra allora. Cambiar tata e’ una delle più grosse rogne che esistano. Good luck!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...