La strategia della lumaca

questi giorni sono quasi normali,l’orrenda incazzatura che mi ha abitato per quattro mesi sembra essere andata via insieme alla bronchite, con l’antibiotico.Un sogno mi è arrivato in soccorso mentre avevo la febbre, mi teneva la mano e la sensazione del palmo contro il palmo è stata così vera che anche solo ricordarlo mi fa salire le lacrime in gola. Ogni giorno è una battaglia ma combattere è sempre meno duro,meno ingiusto è così e basta.Ho paura e nello stesso tempo non ne ho mai avuta così poca, prendo un sacco di decisioni e me ne frego se saranno sbagliate,mi arrabbio, mi deprimo e nello stesso tempo sorrido e ho voglia di ballare e bere e ridere. Penso al condottiero e mi dico che la vita è veramente una merda e poi guardo i miei figli,leggo frasi bellissime, sento musica che mi fa muovere le gambe da sole,penso a un cuoricino nuovo che batte e so che non è vero.

Annunci

11 thoughts on “La strategia della lumaca

  1. la vita fa paura e la mano non me la tiene più se non nei sogni, bisogna vedere le cose come sono, ma autocommiserazioni a parte ogni momento di sollievo e di serenità me lo fa sentire più vicino ed è il modo migliore di fargli onore.

  2. Mia figlia si è laureata, gioia grandissima! Il suo papà non c’era, malinconia e lacrime nascoste (più o meno…) Sarà così per sempre, ma farà sempre un po’ meno male, vedrai! E balla, bevi e ridi, e i tuoi bimbi con te!
    Pellona, sai anche tu che la mano metaforica non è sufficiente…

    • Wow laureata bravissima! Quando mi sono laureata la mancanza di mio padre è stata cocente anche perchè se sono architetto lo devo a lui che mi ha incoraggiata malgrado non ci fosse manco un architetto nella nostra famiglia di medici e avvocati.

  3. mio suocero è mancato un anno fa, mio papà due mesi fa.io me ne sto facendo uan ragione (a fatica), mio marito no e Ci e SI sta avvelenando la vita. vorrei che avesse anche solo un po’ della forza che hai tu, che hai vissuto certamente una perdiata più irragionevole della nostra (per quanto una perdita è sempre straziante… cerca di capirmi). anna

  4. Sono stata a Roma un paio di giorni e ho pensato tantissimo a te e ai tuoi bimbi. Dev’essere dura, ma dura davvero farsi passare un’incazzatura del genere. E poi fare in modo che passi anche ai tuoi figli (prima o poi mi sa che si incazzeranno anche loro…). Lasciati andare a qualsiasi cosa possa farti/vi stare meglio. Brava lumaca!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...