Quello che il Condottiero mi ha detto (detto da un altro)

Durante la malattia del Condottiero, soprattutto all’inizio nelle interminabili notti insonni alla ricerca di notizie, ospedali, cure e informazioni mi sono imbattuta in “oltreilcancro” che molti di voi già conoscono e che ,per chi non lo sa, raccoglie i post di vari cancer blogger e promuove la “blogterapia” di cui ,come oramai sarà evidente visti gli argomenti trattati nei miei post, sono un’accanita sostenitrice.

Per scoramento ,pigrizia ,paura di altre cattive notizie di persone per le quali dopo due anni nutro un certo affetto oltre ad una sconfinata ammirazione non ci sono più tornata da quando è morto il Condottiero.

L’ho fatto oggi e ci ho trovato un messaggio che avrebbe potuto scrivere lui perché il suo comportamento ,soprattutto negli ultimi mesi era quello che lo scrivente incita i malati ad assumere nei confronti di chi è lì e li ama e cerca di assisterli. Personalmente sono stata sostenuta e consolata dal Condottiero sin dall’inizio, e non sempre per lui è stato facile anche perché non sono mai riuscita a vederlo come “malato”, come ho già detto non siamo quello che ci capita anche se quello che ci capita diventa parte di noi. Comunque leggere questo post (http://oltreilcancro.it/2013/12/17/riflessione/) mi ha confortata e quindi lo condivido con voi e ringrazio chi l’ha scritto.

Annunci

3 thoughts on “Quello che il Condottiero mi ha detto (detto da un altro)

  1. Che ci vogliono le palle, però, a essere malati e preoccuparsi dell’altro invece che di se stessi. Ed un grande amore. Grazie per questa riflessione,

  2. Sì Pellona, ci vogliono tante palle per essere malati ed occuparsi degli altri. Ma altrettante per imporsi di non vedere l’altro come ‘malato’, per conservargli la dignità di persona libera, pensante e in grado di decidere. e anche questo, giovol, il Condottiero ha avuto da te. E non è poco, per chi è malato, a volte, essere ancora se stessi, è tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...