Tra la via Emilia e il West

IMG_0949Rubo il titolo a Guccini, per un post di breve riassunto, tutte le terapie si sono spostate a Bologna ed il fronte si è spostato di conseguenza,per ora la definirei una guerra di trincea niente attacchi ma paziente attesa; anche il clima nel nuovo reparto di chemioterapia ricorda i racconti di guerra del 15-18 si sta tutti insieme, si parlicchia di malattie ma anche soprattutto della propria vita, e se non fosse per il velo d’ansia più o meno sottile sarebbe anche una condizione di relativa tranquillità.
Ma….qui è più evidente che questa malattia colpisce soprattutto adolescenti e bambini, il reparto è concepito come un reparto pediatrico con disegni dapertutto (grande Silver!!!) magliette delle squadre di calcio appese come trofei ,libri di favole e fumetti, e chili di caramelle ovunque…
Non c’è molto altro da dire (sono nella fase maniacale?).Io sono tornata a casa dai pargoli ,il Condottiero è rimasto lì con nonna bambina…speriamo bene!