Natale

C’era una volta, prima della guerra, quello che per me era il periodo migliore dell’inverno: Natale e soprattutto i preparativi del Natale. Il condottiero mi ha sempre preso in giro per questa mia infantile passione per alberi, presepi, biscotti e regali che l’arrivo dei figli mi ha permesso di sfogare quasi senza freno. L’anno scorso il Natale ė stato uno strazio, la guerra era appena stata dichiarata e io ero totalmente in preda al panico con Casimira minuscola e Ciondolino che reclamava attenzioni, però ancora non avevamo la diagnosi certa e non sapevamo che ci aspettava. Quest’anno il Natale ė arrivato sotto le bombe e io paradossalmente nel periodo prenatalizio sono stata “meglio” quindi via di decorazioni, regali, biscotti e così ė andata benino fino alla vigilia, ma ieri ė stato terribile.
Questa dichiarazione merita un inciso, anche ieri c’erano Nonna Speranza e alcuni alleati, ma non è bastato anche se ha aiutato …. Molto. E così anche il Natale è diventato una giornata di merda,amen.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...